Corso Teorico Esperienziale in Mediazione Familiare Integrata

La mediazione familiare si configura come un intervento professionale caratterizzato da un atteggiamento neutrale del mediatore, favorisce la risoluzione delle dinamiche conflittuali della coppia e della famiglia nelle fasi che preludono, attraversano, o seguono la separazione e il divorzio.

Lo spazio della mediazione favorisce nella coppia la possibilità di uno sviluppo positivo della crisi e del conflitto, il mantenimento o il ripristino di un clima funzionale al benessere generale.

L’intervento facilita lo scambio comunicazionale durante l’analisi della situazione conflittuale e nel corso della trattativa, consente l’ampliamento del campo percettivo a favore di nuove opzioni funzionali al cambiamento; garantisce il rispetto delle necessità emotive dei soggetti coinvolti, facilita l’adozione di uno schema orientato alla soluzione delle controversie.

mediazione

SCARICA PROGRAMMA

Il modello pluralistico integrato applicato alla mediazione familiare adottato in questo percorso formativo, offre al mediatore e alla famiglia l’opportunità di un’ampia gamma di visioni e strumenti che si adattano alla realtà di coppia e di famiglia contemporanea; propone un intervento ecologico e personalizzato centrato sui bisogni dei mediandi, focalizzato sulle implicazioni affettive e cognitive di tutti i soggetti coinvolti nel sistema familiare.

I risultati attesi nella formazione prevedono l’acquisizione di competenze riguardanti:

  • Il profilo professionale di mediatore familiare
  • La comunicazione coniugale e familiare nei contesti di crisi e conflitto
  • L’analisi della situazione, dei bisogni individuali e del contesto
  • L’acquisizione di metodologie di approccio nella mediazione dei conflitti
  • L’organizzazione e la riorganizzazione della struttura familiare nel processo di separazione
  • Gli aspetti giuridici inerenti la coppia, la famiglia, i diritti dei minori, la separazione e il divorzio
  • Le competenze professionali per interagire con le diverse agenzie e professionalità coinvolte nel processo di separazione e di divorzio
  • La gestione della relazione di aiuto

Questo percorso formativo si caratterizza per l’adozione dell’approccio pluralistico integrato che coniuga in maniera sinergica le varie metodologie applicabili nella relazione d’aiuto e nel processo di mediazione familiare. ASPIC è in Italia il promulgatore di questa integrazione ed ha operato costantemente, nei suoi trent’anni di attività, per lo sviluppo dei concetti e delle metodologie applicate al modello integrato attraverso una continua attività di ricerca scientifica. Dai primi anni 2000 ASPIC è impegnata nella formazione dei Mediatori Familiari e Counselor ed offre una metodologia formativa esclusiva e consolidata.

Il corso, articolato in due annualità per un totale di 240 ore complessive di lezione, strutturate per il 70% in materie inerenti la mediazione familiare e per il 30% in materie complementari, finalizzate all’acquisizione di competenze in ambito relazionale. 80 ore di pratica guidata e di supervisione sono richieste a completamento del percorso formativo di 320 ore, che consente il raggiungimento della qualifica professionale di mediatore familiare, in conformità alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024

La professione del mediatore familiare è disciplinata dalla legge n. 4/2013
Il corso è accreditato all’Associazione Professionale dei Mediatori Familiari Asso.me.f.

L’Accesso al corso è riservato a chi è in possesso di (1) laurea almeno triennale nell’area Umanistica, Sanitaria e Sociale; (2) possono accedervi anche candidati con adeguata e documentata esperienza professionale almeno quinquennale nelle aree sociali, educative, sanitarie.

Primo anno

  • Fondamenti dell’approccio pluralistico integrato, l’approccio centrato sulla persona.
  • Teoria della comunicazione
  • Teorie e strumenti di ascolto, comunicazione, relazione
  • Il colloquio nella relazione di mediazione
  • Ciclo di vita della famiglia e della coppia nella contemporaneità
  • Formazione, sviluppo e crisi della relazione di coppia
  • Stili di collusione e conflitto nel rapporto di coppia
  • Implicazioni relazionali e giuridiche della fase di separazione e divorzio
  • Diritto di famiglia e dei minori
  • Il ruolo dei figli e della famiglia di origine nella separazione e divorzio
  • Modelli e tecniche di mediazione nell’approccio integrato

Secondo anno

  • Dalla valutazione del conflitto al processo di mediazione familiare
  • L’analisi della situazione e dei bisogni individuali e del contesto
  • Il contratto di mediazione
  • Tecniche di mediazione familiare integrata modello ASPIC
  • Elementi di diritto familiare e quadro legale della separazione e divorzio
  • Etica e deontologia del mediatore familiare
  • Confini professionali e rapporti con la rete professionale
  • Pratica guidata
  • Supervisione

Al completamento del percorso formativo, a coloro che avranno superato le prove pratiche e scritte e non avranno registrato più del 10% di assenze annue, verrà rilasciato il Diploma di Mediatore Familiare, che consente l’iscrizione all’associazione professionale di categoria Asso.me.f. e l’esercizio della professione nel rispetto delle linee guida della L. 4/2013.

Sede corso: Firenze

Docenti:

Claudia Montanari

Psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Albo professionale degli Psicologi del Lazio. Il suo nome risulta iscritto come Psicologa Psicoterapeuta in numerose associazioni psicoterapeutiche e in diversi elenchi/annuari nazionali e internazionali. E’ socio onorario dell’I.T.A.A. International Transactional Analysis Association. Direttore scientifico di tutte le attività dell’A.S.P.I.C.. Con Decreto Ministeriale, il proprio Istituto per la formazione di psicoterapeuti A.S.P.I.C., del quale è supervisore didatta e responsabile della formazione, ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e l’idoneità ad attivare Corsi di formazione in psicoterapia. Ha scritto numerosi articoli e i libri.

Sergio Giannini

Counselor formatore specializzato in Art-Counseling e trainer teatrale, ha integrato nella propria formazione le metodologie del lavoro sull’attore e di counseling espressivo elaborando uno stile operativo personale. Si occupa di formazione dei counselor, conduce gruppi di crescita personale a mediazione artistica. Opera in ambito scolastico, sociale e nelle organizzazioni. E’ responsabile della didattica nella sede ASPIC di Lucca e Pistoia e collabora con le sedi ASPIC di Livorno Cagliari, Roma e Firenze e con altre agenzie formative in programmi di applicazione del counseling espressivo.

Anna Capponi

Counselor professionale, formatrice, mediatrice familiare e supervisore in counseling. Collabora in qualità di docente e supervisore con L’ASPIC di Roma “Scuola Superiore Europea di Counseling Professionale” e “ASPIC per la Scuola”; svolge attività di docenza presso le Sedi Territoriali ASPIC di Napoli Avellino, Teramo, Lucca e Pistoia. L’attività di diffusione, promozione e divulgazione del counseling spazia in diversi campi di applicazione: dall’aziendale a quello scolastico, organizzativo, comunitario, individuale e di gruppo. Unisce all’approccio e alla metodologia del counseling umanistico, le tecniche espressive grafico – pittoriche integrate ai linguaggi e alla comunicazione non verbale. Coordinatrice del corso di microcounseling promosso dall’ASPIC Cooperativa. Docente nei progetti di formazione e aggiornamento agli insegnanti, nei progetti di prevenzione del disagio minorile inseriti nei Piani di Zona della ASl RMH1.

Marco Andreoli

Marco Andreoli è Gestalt Counselor formato all’ASPIC, docente nei corsi ASPIC delle sedi di Alessandria, Genova e Savona, presidente dell’Associazione Professionale di Categoria REICO, esperto in Counseling sessuologico e conduzione di gruppi.

Kety Di Basilio

Counselor professionista avanzato iscritta a REICO e trainer teatrale. Da oltre 10 anni opera nell’ambito del teatro educazione nelle scuole di ogni ordine e grado e della formazione in Draming® con gruppi di giovani e adulti. Collabora in equipe in progetti di educazione alla salute e prevenzione del disagio. Cura la regia, la drammaturgia e la drammaturgia dell’immagine di performance teatrali. Si occupa della stesura di testi teatrali per le nuove generazioni.

Maria Antonietta Quitadamo

Profilo in aggiornamento.

Prenota un Colloquio Gratuito

Compila il modulo con i tuoi dati, la segreteria ASPIC Toscana risponderà alla tua richiesta entro 24 ore.

Il mio interesse principale: